Sgravio contributivo per l’assunzione di lavoratrici donne – Modalità operative INPS

L’INPS, con il messaggio n. 3809 dello scorso 5 novembre, fornisce le istruzioni operative per la fruizione dell’esonero per le assunzioni di donne lavoratrici effettuate nel 2021.

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto, in via sperimentale, per il biennio 2021-2022, l’esonero contributivo totale per l’assunzione di donne lavoratrici “svantaggiate”, nella misura del 100 per cento e nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui.

In particolare l’Istituto, dopo che la Commissione Europea ha autorizzato il beneficio in questione limitatamente alle assunzioni/trasformazioni effettuate nel periodo 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021, fornisce le istruzioni per la sua fruizione, con particolare riguardo alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro, che dovranno trasmettere la versione aggiornata del modulo “92-2012”, presente all’interno del Cassetto previdenziale INPS a partire dall’11 novembre 2021.

Per avere diritto all’esonero, il datore di lavoro è tenuto a seguire le indicazioni fornite dall’INPS nel rispetto dei requisiti di legge previsti.

Potranno fare domanda tutti i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, compresi quelli del settore agricolo. Restano escluse le pubbliche amministrazioni e le imprese del settore finanziario.

Per maggiori chiarimenti si rinvia alla lettura del documento allegato.

Info e contatti:
D.ssa Teresa Giornale
Responsabile Area Relazioni Industriali, Lavoro e Welfare
Tel. 0824/50120_ int. 1
Email: t.giornale@confindustria.benevento.it