Resoconto settimanale Ambiente 19/23 aprile

Di seguito il consueto resoconto settimanale delle ultime novità in tema Ambiente.

DdL Delegazione Ue – Approvazione definitiva

Vi segnaliamo che l’Assemblea del Senato, con 215 voti favorevoli, 19 contrari e una astensione, ha approvato definitivamente il DdL Delegazione europea.
In allegato una nota di sintesi contenente l’illustrazione delle misure di maggiore interesse.
In allegato il provvedimento approvato.

Legge sul clima UE

Segnaliamo, insieme ai Colleghi di Bruxelles, che lo scorso 21 aprile Parlamento e Consiglio europeo hanno raggiunto un accordo politico confermando l’obiettivo di ridurre le emissioni responsabili dei gas serra del 55%, malgrado la volontà dell’Europarlamento di portare l’obiettivo al 60%. In base al compromesso raggiunto, che dovrà ora essere formalizzato, il target resta al 55% ma con un tetto massimo di 225 mln ton CO2eq all’utilizzo di “carbon sink”, ovvero il contributo degli assorbitori di CO2 come agricoltura e foreste.
Altri elementi dell’accordo, inoltre, includono la possibilità di aumentare il contributo dell’assorbimento di CO2 per accrescere l’obiettivo fino al 57% (che si traduce in una riduzione lorda del 52,8% senza la rimozione della CO2 da agricoltura e silvicoltura), e l’istituzione di un Comitato consultivo scientifico europeo sui cambiamenti climatici, composto da 15 esperti scientifici (non più di due con la medesima nazionalità) per un mandato di quattro anni. Questo organo avrà il compito, tra le altre cose, di fornire consulenza scientifica e relazioni sulle misure dell’Ue, gli obiettivi climatici e i bilanci indicativi dei gas a effetto serra e la loro coerenza con la legge europea sul clima e gli impegni internazionali dell’Ue ai sensi dell’accordo di Parigi.
Il Consiglio ha, poi, accolto la richiesta dell’Europarlamento per fissare un obiettivo intermedio di riduzione delle emissioni al 2040 e l’impegno a raggiungere emissioni negative dopo il 2050.
I negoziatori hanno, infine, concordato un’azione della Commissione per il coinvolgimento dei vari settori dell’economia, che, su basi volontarie, predisporranno roadmap indicative per raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica a metà secolo.

DL Sostegni – Aggiornamento

Per quanto riguarda l’iter di conversione in legge del DL cd “Sostegni”, informiamo che le Commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno dichiarato l’inammissibilità di diversi emendamenti, tra cui quello a firma Lega sull’etichettatura degli imballaggi (39.0.53) e quello a firma FIBP-UDC (30. 220), in materia di controlli radiometrici. Sempre in materia di controlli radiometrici, segnaliamo che gli emendamenti a firma IV (35.0.25) e a firma Lega (39. 0. 81), non sono rientrati tra gli emendamenti segnalati.
Più in generale, le Commissioni hanno ritenuto di dichiarare improponibili per estraneità di materia le proposte relative ai seguenti temi: appalti pubblici, sisma, accise e demanio marittimo.
L’esame del provvedimento riprenderà la prossima settimana con l’avvio delle votazioni delle proposte segnalate.
In merito alla problematica relativa all’etichettatura degli imballaggi, segnaliamo che stiamo già interloquendo con le amministrazioni competenti (MITE, MEF, MISE) per fare in modo che la nostra proposta di emendamento in tema di etichettatura venga inserita nel primo provvedimento utile.
In merito alla problematica relativa ai controlli radiometrici, segnaleremo alle Amministrazioni interessate (MiTE e MiSE) l’opportunità di rimuovere la criticità nel primo provvedimento utile.

DL Riordino Ministeri – Approvazione definitiva

Segnaliamo che l’Assemblea del Senato, il 21 aprile u.s., ha approvato in via definitiva il DL Ministeri. In allegato il testo approvato.

Questionario ECHA sul riciclo chimico dei rifiuti (entro il 27 aprile 2021) 

Vi informiamo che ECHA ha lanciato un questionario per gli stakeholders sul riciclo chimico dei rifiuti. Il questionario nasce nell’ambito di uno studio, commissionato da ECHA e condotto da RPA (Europe e Risk & Policy Analysts), con l’obiettivo di comprendere quali informazioni siano attualmente note sul riciclo chimico dei rifiuti.
Lo studio valuterà il rendimento delle attuali tecnologie di riciclo, opportunità e sfide del riciclo chimico, e i vantaggi per l’economia circolare.
Inoltre, includerà considerazioni riguardanti la registrazione REACH e l’esenzione dalla registrazione per le sostanze recuperate, e affronterà le conseguenze della presenza di sostanze estremamente preoccupanti o di altre sostanze chimiche pericolose presenti nel materiale da sottoporre a riciclo chimico.
Questionario e maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’helpdesk REACH al seguente link: https://reach.mise.gov.it/8-notizie/265-questionario-echa-sul-riciclo-chimico-dei-rifiuti-entro-il-27-aprile-2021

La scadenza per la partecipazione è il 27 aprile.

Protocollo d’intesa Confindustria/Arma dei Carabinieri – Webinar 28 aprile 

Segnaliamo che il prossimo 28 aprile alle ore 14.00 si terrà il webinar dedicato alla tutela ambientale e illeciti nel settore del ciclo dei rifiuti, previsto nell’ambito del Protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e Confindustria per la formazione/informazione, in materia ambientale, delle Associazioni di Confindustria e delle aziende associate.
Obiettivo dell’incontro, a valenza territoriale sull’intera Area Sud Italia di Confindustria, è fornire un ampio quadro illustrativo del panorama normativo in ambito ambientale e di gestione dei rifiuti, evidenziando in particolare il profilo penale e di responsabilità amministrativa, e con un particolare ‘focus’ sulle esperienze tratte dalle attività di controllo sul territorio dell’Arma dei Carabinieri.
Al seguente link è possibile visualizzare il programma completo ed aderire all’iniziativa: https://bit.ly/32l394g.

Webinar Askanews e Ufficio Italia Europarlamento – Intervento della Vicepresidente Piovesana

Segnaliamo che la Vicepresidente Piovesana è intervenuta questa mattina al webinar sull’economia circolare e sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) organizzato da Askanews e dall’Ufficio del Parlamento europeo in Italia. Di seguito si riporta un estratto dell’intervento.
”Accompagnare le imprese nella transizione ambientale, superare le ideologie, non puntare su tassazioni come la ‘plastic tax’ ma sul sostegno a ricerca e sviluppo, dare fiducia al sistema produttivo, esserne orgogliosi e difenderlo sia a livello nazionale che europeo”. “Se c’è una speranza per la sostenibilità e per l’ambiente, questa speranza si chiama industria. Dopo la pandemia la risposta per ricreare posti di lavoro è l’industria: un asset fondamentale che va incentivato ulteriormente agevolando l’esecuzione di quegli impianti che oggi sono indispensabili per fare economia circolare. Per questo va superata un’ideologia che non è supportata da evidenze scientifiche. Questo anche per evitare non solo un dumping, per esempio di paesi come Cina e India, ma anche il rischio di porre parametri irrealizzabili”.
Maggiori dettagli a questo link: https://www.askanews.it/economia/2021/04/23/economia-circolare-piovesana-aiutare-le-imprese-non-punirle-pn_20210423_00060/