Accordo Confindustria – Intesa Sanpaolo

Il 18 ottobre u.s.  è stato  sottoscritto un nuovo Accordo tra Confindustria e Intesa Sanpaolo, dedicato a tutte le imprese associate e denominato “Disegnare il futuro: Competitività, Innovazione, Sostenibilità”, nell’ambito del quale è prevista la messa a disposizione da parte di Intesa Sanpaolo di un plafond specifico pari a 150 miliardi a supporto delle iniziative previste. L’Accordo nasce nel solco della collaborazione tra Intesa Sanpaolo e Confindustria, già avviata a partire dal 2009 su iniziativa di Piccola Industria, che si è progressivamente consolidata e rafforzata nel corso degli anni.
L’obiettivo dell’Accordo sottoscritto oggi è innanzitutto quello di favorire il rilancio del sistema produttivo dopo l’emergenza pandemica, sostenendo le esigenze finanziarie per la liquidità, gli investimenti e il riequilibrio della struttura finanziaria delle imprese, in una logica di superamento delle misure straordinarie adottate nel recente passato e di rientro in meccanismi più fisiologici e strutturali.

L’Accordo intende puntare sulla definizione di un piano strategico del Paese, sostenendo un percorso di evoluzione del sistema produttivo in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale e di governance. Le principali linee di azione individuate sono le seguenti:
1. sostenere le imprese nella ripartenza dopo l’emergenza, in particolare attraverso la messa a disposizione di linee di finanziamento dedicate a lungo termine (inclusi allungamenti di finanziamenti in essere), anche attraverso il ricorso alle coperture del Fondo di Garanzia per le PMI e di Sace, nonché grazie a quelle concesse dal Gruppo BEI;
2. supportare gli investimenti in ricerca, innovazione e digitalizzazione per garantire la ripresa, sostenendo le imprese nel completamento della transizione 4.0. e promuovendo tutte le iniziative destinate a diffondere la conoscenza degli strumenti e dei programmi/progetti disponibili per favorire l’effettuazione di questi investimenti anche avvalendosi di Intesa Sanpaolo Innovation Center, dei Digital Innovation Hub (DIH) promossi da Confindustria e dei Competence Center;
3. promuovere la patrimonializzazione e il rafforzamento della struttura finanziaria delle imprese, con particolare riferimento a PMI e Mid Cap, favorendo la diffusione di una cultura aziendale più attenta alla diversificazione delle fonti finanziarie e al corretto bilanciamento tra debito e capitale di rischio, mettendo a disposizione strumenti finanziari ad hoc e realizzando iniziative volte a favorire l’utilizzo di strumenti alternativi al credito bancario e a stimolare processi aggregativi;
4. valorizzare il sistema delle filiere italiane, proseguendo la collaborazione nell’ambito del programma “Sviluppo Filiere” di Intesa Sanpaolo, che sarà esteso a nuovi comparti produttivi e prevedrà nuove iniziative dedicate a promuovere le Filiere Sostenibili e Green e a sostenere sia le imprese della filiera sia i capo-filiera;
5. dare impulso e sostenere la trasformazione delle imprese per renderle sostenibili e resilienti, agevolando l’adozione di strategie di crescita fondate sulla sostenibilità e sull’evoluzione verso il modello della circular economy, anche attraverso finanziamenti dedicati (“S-Loan”). In proposito è prevista l’istituzione di un tavolo di confronto per individuare congiuntamente le informazioni, anche non finanziarie, necessarie per la valutazione da parte delle banche dei rischi ESG, anche tenuto conto della dimensione e del settore di attività delle imprese.

Viene poi condiviso l’obiettivo di accrescere le capacità manageriali delle imprese e le competenze presenti al loro interno, realizzando in particolare iniziative per favorire la continuità aziendale (gestione del passaggio generazionale), incentivare l’imprenditoria femminile e lo smart working e avvicinare il mondo del lavoro e il mondo delle scuole professionali e degli ITS con l’obiettivo di colmare il gap fra competenze dei giovani e i bisogni delle imprese in linea con il Piano Nazionale Industria 4.0.

In allegato  il testo dell’Accordo e le slide presentate da Alessandro Fontana, Direttore del Centro Studi di Confindustria, e Anna Roscio, Responsabile Sales & Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo, all’evento di presentazione dell’Accordo stesso.